Il Brasile e le Opportunità per le Imprese italiane

Il Brasile e le Opportunità per le Imprese italiane

Il Brasile è stato individuato come paese prioritario nel piano del Ministero dello Sviluppo Economico, anche in considerazione della possibilità di trovare sinergie collegate all’anno dell’Italia in Brasile nel 2011/2012 (“Momento Italia-Brasile”), e allo svolgimento dei Campionati Mondiali di Calcio nel 2014 e delle Olimpiadi nel 2016.

L’obiettivo della missione italiana svoltasi dal 21 al 24 maggio 2012, guidata dal Sottosegretario Marta Dassù, è stato proprio puntare in maniera decisa sull’export, da cui passa in buona misura la ripresa del nostro Paese. Sono state coinvolte circa 200 imprese, selezionate tra le 700 che hanno aderito al progetto. I settori specifici sono stati Aerospazio, Agroalimentare, Agroindustria, Automotive, Contract, Edilizia, Energia, Housing sociale, Legno – Arredo, Logistica, Meccanica, Nautica e Moda.

Il quadro delineato è quello di un Paese dalle grandi opportunità per quelle imprese italiane che avranno la capacità di coglierle. Porta d’ingresso ai mercati del Mercosur (il mercato comune dei Paesi dell’America Latina), il Brasile offre importanti opportunità di collaborazione e di investimento alle imprese italiane; lo sfruttamento degli enormi giacimenti petroliferi di “pre-sal” (uno strato sottomarino contenente giacimenti di petrolio, motivo di sviluppo fortissimo dell’area di Rio de Janeiro in particolare ne settore Oil&Gas) ed il volume di affari indotto dagli investimenti legati all’acquisto di piattaforme, navi appoggio, sicurezza, tubi, valvole, potrebbero aprire grandi opportunità per le aziende italiane fornitrici di beni e servizi all‘industria del petrolio.

Ma non solo petrolio: con una popolazione di quasi 200 milioni di persone e una classe media in costante crescita, la cosiddetta classe C, il Brasile mostra un mercato interno con una forte crescita della propensione al consumo, in particolare nel settore dell’IT e delle nuove tecnologie (basti pensare che nel 201o Facebook quasi non si sapeva cosa fosse e oggi il Brasile è uno dei Paesi con il maggior tasso di utilizzo dei Social Network).

Il Brasile dà segni di notevole dinamismo: nel Marzo 2012 ha superato la Gran Bretagna, imponendosi come la sesta economia mondiale. Francia e Germania, rispettivamente G5 e G4, tremano alle previsioni di superamente da parte del gigante verde-oro entro il 2020.  Il Brasile è membro autorevole dei Paesi BRIC, con un Pil a +7,6% nel 2010 e +2,7% nel 2011 e stime di crescita del 3,3% per il 2012 e del 4,5% nel 2013. Inoltre, l’export Italiano ha fatto registrare un + 24% nell’ultimo anno proveniente per il 54% da piccole e medie imprese. (fonte: Ice).

Se a questo aggiungiamo che molti Brasiliani sono figli di discendenti italiani, specie nell’area di San Paolo, la locomotiva economica del Paese (nella regione di Sud-Est, comprendente San Paolo e Rio de Janeiro, si produce circa il 50% del PIL del Paese!), e che la cultura è sì differente, ma non così tanto (rispetto Giappone, India, Cina e Russia per esempio), si capisce che probabilmente, azzardo, la rinascita dell’Italia passerà anche per le relazioni economiche tra i due Paesi, e dalla conseguente capacità di cooperazione e investimento delle imprese italiane.

 

Vuoi investire in Brasile?

Il team di Traduzioni Portoghese offre servizi di traduzione da italiano a portoghese brasiliano che potranno essere fondamentali per il successo del tuo business con il Brasile. Il nostro team annovera traduttori professionisti madrelingua brasiliani e italiani, che sapranno aiutarti grazie alla loro competenza nella traduzione commerciale, alla capacità di rispettare le tempistiche e all’offerta di un prezzo competitivo.  

 

Richiedi un preventivo gratuito senza impegno!

Share

Federico Morato
Federico Morato

Ingegnere gestionale e consulente appassionato di imprenditorialità, lingue e Brasile. Dopo un'esperienza di due anni in Brasile, crea Brazicious, un'agenzia di traduzioni specializzata in traduzioni da e in portoghese. "Nordestino de coração", parla fluentemente quattro lingue e ama i ritmi musicali forró e axé, tipici del Nord-est del Brasile.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *